Vai al contenuto
Home » Agevolazioni per l’acquisto della prima casa

Agevolazioni per l’acquisto della prima casa

Agevolazioni per l'acquisto della prima casa

Agevolazioni per l’acquisto della prima casa: quali sono le agevolazioni, chi può richiederle e per quali immobili è possibile usufruirne. I casi di decadenza dalle agevolazioni.

All’atto di acquisto di un immobile ad uso abitativo è possibile usufruire di specifiche misure predisposte a favore dell’acquirente, ove questi vi stabilisca la propria residenza. Si prevedono, infatti, delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa, con le quali si ottiene una riduzione significativa delle imposte. Ma solo se si è in presenza di determinate condizioni.

In primis, risulta necessario individuare i soggetti che possono beneficiare di tali agevolazioni. L’acquirente che acquista la casa non dovrà possedere altri immobili acquistati con la stessa agevolazione. Nel caso ne possieda uno, dovrà procedere alla sua vendita entro 1 anno.

Ma non solo. L’immobile che si va ad acquistare deve essere ubicato nel medesimo comune di residenza del compratore. Ove il soggetto abbia residenza in altro luogo, dovrà trasferirla nel Comune ove è sita l’abitazione acquistata entro 18 mesi. In caso contrario, perderà il diritto al beneficio in esame.

Le agevolazioni differiscono, inoltre, rispetto al soggetto venditore dell’immobile.

Ove la casa si acquistata da un privato cittadino, l’imposta di registro da versare sarà con aliquota del 2% (rispetto al valore), in luogo alla normale aliquota del 9%. Tale valore sarà calcolato sulla base imponibile determinata dalla rendita catastale dell’immobile. Ugualmente, le imposte ipotecarie, negli acquisti tra privati, saranno in misura fissa, così come le imposte catastali. Il valore è di euro 50 per ogni imposta.

Se il venditore è un soggetto professionale, l’acquirente dovrà versare l’imposta sul valore aggiunto (IVA) con un’aliquota del 4%, in luogo di quella normale al 10%. Le imposte di registro saranno in misura fissa (euro 200) come le catastali e le ipotecarie.

Agevolazioni per l’acquisto della prima casa: casi di decadenza dal beneficio

I benefici in esame vengono applicati all’atto di acquisto dell’immobile. Per tale ragione sono previste delle specifiche cause di decadenza legate a quanto dichiarato in fase di rogito.

In particolare, è prevista la decadenza dai benefici fiscali in caso di dichiarazioni mendaci nonché in caso di mancato trasferimento della residenza nel comune dell’immobile (ove non già presente).

Ove si incorra in tali ipotesi, le imposte saranno dovute nella loro misura ordinaria, con applicazione anche delle conseguenti sanzioni nonché interessi.

Infine, in merito agli immobili ammessi all’agevolazione, vi sono ricomprese tutte le aviazioni nelle categorie catastali A2, A/3, A/4, A/5, A/6, A7 ed A/11. Le agevolazioni spettano anche per pertinenze degli indicati immobili, se rientranti nelle categorie C/2, C/6 o C/7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: