Vai al contenuto
Home » Assegno unico universale per i figli

Assegno unico universale per i figli

Assegno unico universale

Da gennaio 2021 è possibile richiedere l’assegno unico universale per i figli a carico. Modalità di richiesta, condizioni per l’erogazione ed importo della misura.

L’assegno unico per i figli è una misura economica erogata a favore dei soggetti con figli a carico sino al compimento del 21° anno di età. La misura dell’assegno varia in rapporto non solo alla condizione economica della famiglia, ma anche al numero di figli ed eventuali situazioni specifiche (in particolare la presenza di figli disabili).

L’assegno è erogato ad ogni nucleo famigliare per ogni figlio minore a carico. Sono ricompresi inoltre, tra i beneficiari, le famiglie con nuovi nati, con erogazione dal 7° mese di gravidanza.

Quanto ai figli maggiorenni, l’assegno è erogato per ogni figli sino al compimento del 21° anno di età, solo in presenza di specifiche condizioni. In particolare il figlio deve frequentare un percorso di formazione scolastico o professionale o svolgere un tirocinio formativo. Ancora, in alternativa, il figlio deve risultare disoccupato ed attivamente alla ricerca di un impiego o, infine, impiegato nel servizio civile universale.

In ogni caso il figlio maggiorenne, che svolge attività lavorativa, non può possedere un reddito complessivo maggiore di 8.000 euro all’anno.

Assegno unico universale: misura dell’assegno e limiti

L’assegno viene erogato a tutti i soggetti che ne facciano richiesta, anche in assenza di ISEE regolarmente presentato o sopra la soglia di 40 mila euro. In caso di presentazione dell’ISEE, l’importo è determinato sulla base della condizione economica familiare, tenuto conto inoltre dell’età dei figli a carico e di altri elementi.

L’importo massimo varia da euro 175 sino ad un minimo di 50 euro per ogni figlio a carico. Il limite di 21 anni di età per i figli a carico non rileva in caso di figli disabili.

L’assegno è corrisposto dall’INPS al richiedente o, se richiesto, ad entrambi i genitori in egual misura. Infine, in caso di affidamento esclusivo, il genitore affidatario può richiedere l’erogazione dell’intero importo a proprio favore.

La domanda può essere presentata dal 1 Gennaio 2022. L’erogazione dei primi assegni partirà dal mese di Marzo 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: