Vai al contenuto
Home » Conversione degli attestati per droni

Conversione degli attestati per droni

Conversione degli attestati per droni

Conversione degli attestati per droni: l’ENAC con la comunicazione dell’11 Febbraio 2022 proroga i termini per la conversione degli attestati sino al 30 Giugno 2022.

Con una comunicazione dello scorso 11 Febbraio 2022 l’ENAC ha ufficializzato la proroga per la conversione degli attestati per piloti di UAS sino al 30 Giugno 2022.

Con il Regolamento di esecuzione UE n. 2019/947 si era previsto, entro il 31 Dicembre 2021, la conversione per gli Stati membri dei certificati per piloti di aeromobili a pilotaggio remoto vigenti prima delle introdotte novità normative.

In particolare, dal mese di Ottobre 2021 ENAC aveva predisposto un meccanismo di conversione, mediante piattaforma informativa, degli attestati OPEN A1-A3 ed OPEN A2. Stante l’elevato numero di piloti che non sono riusciti a convertire il proprio attestato entro la data del 31 Dicembre 2021, l’ENAC ha predisposto di adottare dei provvedimenti urgenti per porre rimedio alla situazione.

Conversione degli attestati per droni: proroga al 30 Giugno 2022.

Con il provvedimento menzionato l’ENAC ha pertanto esteso la data per la conversione degli attestati emessi in passato. Si è proceduto con un’estensione di 6 mesi, che fissa la scadenza al 30 Giugno 2022.

Entro tale data sarà possibile in particolare convertire tre differenti attestati. Il primo, è l’attestato pilota APR per operazioni non critiche (non-cro) rilasciato nei centri di addestramento sino a Marzo 2020. Convertibile inoltre l’attestato di pilota APR per operazioni non critiche rilasciato da ENAC nel corso del 2020 (sino a Dicembre 2020). Infine convertibile anche il CRO (Attestato di pilota per Operazioni Critiche) rilasciato dai centri sino a Dicembre 2020.

La comunicazione, con n. prot. 17086/2022, è rinvenibile nel sito web dell’Autorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: