Vai al contenuto
Home » La normativa europea sui droni

La normativa europea sui droni

La normativa europea sui droni

La normativa europea sui droni: i regolamenti UE del 2019 hanno innovato il quadro normativo con importanti novità in tema di droni.

Il nuovo quadro europeo sui droni nasce da una profonda revisione della normativa precedente. L’obbiettivo delle autorità sera quello di dotare tutto il territorio dell’Unione Europea di una normativa comune in tema di Aeromobili senza equipaggio.

Prima delle novità introdotte nel corso del 2019, ma entrate in vigore in epoca successiva, la normativa era essenzialmente delegata al legislatore nazionale. In Italia la regolamentazione era di competenza dell’ENAC (Ente Nazionale dell’Aviazione Civile) tramite i regolamento specifico del settore droni.

Vi erano pertanto il Regolamento UE n. 216/2008, relativo agli aeromobili senza equipaggio dal peso sostenuto, ed il Regolamento UE n. 2018/1139, che indicava una serie di norme in tema di privacy, sicurezza e protezione dei dati. Per il resto la disciplina era affidata al legislatore interno.

La normativa europea sui droni: i nuovi regolamenti del 2019

Nel corso del 2019 sono entrati in vigore nuovi regolamenti attinenti al settore degli aeromobili a pilotaggio remoto. In particolare, si è creato un quadro unico europeo, comune a tutti gli Stati membri, mediante due testi normativi fondamentali.

Il primo è il Regolamento Delegato n. 945/2019 del 12 Marzo 2019. Con tale provvedimento si è normata la produzione e vendita di droni. Si sono specificati i requisiti e le caratteristiche degli aeromobili per la loro conformità alla normativa. Introdotte inoltre delle norme specifiche per l’immissione nel mercato e libera circolazione dei droni.

Il secondo è Regolamento esecuzione n. 947/2019 del 24 Maggio 2019. Con questo regolamento si è disciplinato l’uso dei droni, nonché le tipologie e caratteristiche delle operazioni di volo.

Entrambi i regolamenti, esecutivo e delegato, sono entrati in vigore il 1° Luglio 2019 ma sono divenuti effettivi ed applicabili in Italia dopo il 31 Dicembre 2020.

Con l’introduzione dei Regolamenti si sono introdotte norme comuni a tutti gli Stati per gli UAS. Tali norme hanno inevitabilmente sostituito le normative interne in materia. I singoli legislatori nazionali possono introdurre norme specifiche più stringenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: